‘Lady D: Le verità nascoste’: il docu-film lunedì 28 agosto in prima serata su National Geographic

Va in onda lunedì 28 agosto alle 20:55 su National Geographic (canale 403 di Sky) il docu-film Lady D: Le verità nascoste che traccia un ritratto inedito della principessa del popolo attraverso le interviste segrete registrate per Andrew Morton nel 1991. Il giornalista è, infatti, impegnato nella stesura della biografia di Diana Spencer che lo riceve tra le mura di Kensington Palace.

Le riprese presentano un viaggio inedito nella vita della principessa Diana, al di là dei flash e degli obiettivi delle telecamere che la seguono a ogni passo. Sempre accerchiata da persone piú om meno di fiducia la Principessa del Galles appare più sola che mai a luci spente, quando ancora non era trapelato nulla della crisi matrimoniale con l’erede al trono d’Inghilterra.

TETBURY, UNITED KINGDOM - JULY 18: Princess Diana Resting Her Head In Her Hands Whilst Sitting On The Steps Of Her Home At Highgrove, Gloucestershire. (Photo by Tim Graham/Getty Images)

TETBURY, UNITED KINGDOM – JULY 18: Princess Diana Resting Her Head In Her Hands Whilst Sitting On The Steps Of Her Home At Highgrove, Gloucestershire. (Photo by Tim Graham/Getty Images)

Diana si concede a confessioni personali e a riflessioni sulla sua vita, dai momenti in famiglia al difficile rapporto con i media, documentati in un periodo tanto delicato anche per l’immagine della corona inglese. Ed è la viva voce della principessa a narrare la propria storia attraversl molte registrazioni inedite dai cui emerge la profonda differenza tra la Diana pubblica e quella privata.

Un’esistenza vissuta sempre in precario equilibrio sul filo della gioia (l’emozione del giorno delle nozze) e del dolore (la depressione post partum e la bulimia di cui soffrì a lungo). «Lady D: Le verità nascoste ci offre l’opportunità di essere parte delle riflessioni intime della Principessa Diana in un momento in cui tutti credevano che stesse vivendo una favola, metre in realtà il suo matrimonio e la sua vita stavano crollando», afferma il produttore esecutivo Tom Jennings di 1985 Films.