Thomas, da Amici all’EP ‘Oggi più che mai’: «Questo album è uno scrigno pieno di soddisfazioni»

La sua eliminazione all’ottava puntata del serale ha colto di sorpresa il pubblico di Amici 16, spiazzando i fan che lo davano tra i favoriti alla vittoria finale. Il diciassettenne vicentino Thomas Bocchimpani non ha, infatti, impiegato molto a conquistarsi un posto speciale nel cuore degli spettatori e non certo solo per il visino acqua e sapone.

Voce accattivante con una pasta duttile e piena di sfumature, dal vibrato che ricorda in certi passaggi addirittura Alex Baroni, quella di Thomas al talent di Canale 5 è stata una partecipazione che ha presentato alle telecamere un giovane e promettete talento del cantautorato Anni Duemila. E sì, perché Bocchimpani non solo canta e danza fin da quando aveva 8 anni, ma è anche autore dei suoi inediti oltre che autodidatta della chitarra.

Cover album Thomas no titolo

E il primo importante frutto di una passione coadiuvata da una predisposizione naturale alle sette note è l’album “Oggi più che mai”, in formato fisico e digitale dal 19 maggio per Warner Music. Ad anticipare il progetto è stato il singolo Normalità, scritto da Thomas insieme a Vittorio e Anthony Conte con la produzione di Stash e Alex Tricarichi.

Il leader dei The Kolors, che ben conoscono i meccanismi del programma di Maria De Filippi, ha prodotto anche altre tre tracce inedite del disco (Why, Oggi più che mai e Persone come te), contenente poi ulteriori due cover, Fast Car di Tracy Chapman e Hai delle isole negli occhi di Tiziano Ferro. In occasione della pubblicazione del progetto, incontriamo Thomas in quel di Milano alla fine di una lunga giornata di promozione e la prima impressione è quella di un ragazzo garbato, con la testa sulle spalle e soprattutto con le idee chiare nonostante la giovanissima età.

Allora, che esperienza hai vissuto ad Amici?
Sono felice, sia per il percorso personale sia per l’evoluzione artistica che Amici mi ha fatto vivere. Secondo me, per i giovani il talent è un’ottima opportunità, è una vetrina ed è una buona palestra che ho affrontato, tra momenti facili e altri più difficili, consapevole che tutto era essenziale proprio alla mia crescita.

La tua eliminazione ha scatenato il disaccordo del web, ma come l’hai vissuta tu?
Sono arrivato quasi alla fine per cui le probabilità di uscire erano sempre maggiori. Io non l’ho presa male, anzi l’ho presa con filosofia e con serenità perché, appunto, sono felice del percorso che ho fatto. In più, una volta uscito ci sono state diverse opportunità; se ad Amici la mia esperienza si è conclusiva, questo invece è l’inizio di un percorso per cui l’esperienza nella scuola mi servirà un sacco!

Molti ti hanno definito il Justin Bieber italiano ma ci sono sfumature della tua voce che ricordano tanto anche Alex Baroni: come ti fanno sentire questi paragoni?
Mi fa molto piacere! Da una parte Justin Bieber è uno degli artisti a cui mi ispiro maggiormente ma io mi vedrei di più come una via di mezzo tra Bieber e Bruno Mars. E poi, per quanto riguarda invece Alex Baroni, lui è stato un cantante con una vocalità incredibile e se qualche frequenza può ricordarlo è un onore.

yhomas

Veniamo al tuo primo singolo Normalità, contenuto nell’EP “Oggi più che mai” e prodotto da Stash: quanto è stata importante la sua presenza e come avete lavorato?
Normalità è un pezzo che ho scritto io ed è stato arrangiato e prodotto da Stash. È stato un onore lavorare con lui perché è un musicista, oltre che cantante, che stimavo già prima; sono molto del risultato, sia del singolo sia dell’album a cui ha lavorato come produttore anche Alex Tricarichi. Alcuni degli inediti dell’EP li avevo scritti già prima di Amici, altri invece sono nati nel mentre; per esempio, il pezzo che dà il titolo al disco, Oggi più che mai, l’ho scritto tipo due/tre settimane fa. Mi sono chiuso in bagno con la mia chitarra e ho videochiamato i miei due coautori; navigando con la mente avevo trovato questa melodia e il pezzo è nato così.

Hai ricordato che sei anche autore dei tuoi brani: quando hai iniziato a scrivere?
Ho iniziato ascrivere poco prima di entrare ad Amici e nonostante la mia inesperienza ho già potuto notare un certo progresso. Ho tanto da imparare, ma sono felice dei pezzi che ne escono, sono interessanti ecco.

Che cosa rappresenta per te questo EP in un momento tanto importante della tua carriera?
Diciamo che questo EP è un piccolo scrigno che racchiude tutte le esperienze che ho fatto e il mio percorso musicale, fuori e dentro Amici. Contiene tante soddisfazioni da parte mia, da parte dei miei genitori che mi hanno sempre accompagnato e da parte di chi ha sempre avuto fiducia in me; ogni pezzo fa vedere un colore diverso della mia personalità artistica. C’è il mood più emotivo e introverso, poi c’è quello ritmico o più accattivante. Ogni traccia ha una sfumatura ma c’è un unico filo che le lega tutti.

In “Oggi più che mai” ci sono anche due delle cover che hai interpretato ad Amici: come mai hai scelto proprio quei due brani?
Entrambe queste canzoni hanno avuto un ruolo importante nel mio percorso. Fast Car mi ha accompagnato da dicembre fino al serale, per cui è un brano che rappresenta la mia esperienza bene ad Amici. Invece, Hai delle isole negli occhi è stato l’esperimento del serale che ha dato, alla giuria e al pubblico, un’idea un po’ diversa su di me; ho cercato di tirar fuori qualcosa di più interiore e profondo invece di cantare e ballare. In quell’occasione ho ballato con lo sgabello, diciamo così.

Dall’inizio del talent hai raccolto un seguito numeroso, che ti segue con costanza  sul web. Che rapporto hai con i social?
Gestisco personalmente, almeno fino a quando mi sarà possibile, sia Facebook sia Instagram, su cui sono molto attivo perché è più personale. Su Twitter, invece scrivi che c’è uno che si spaccia per me ma non sono io! (Il giorno successivo l’intervista Thomas è sbarcato anche sul social con base in California e il suo nickname è @ThomasOfficial, ndr)

Adesso, dopo Amici, che cosa succede?
Intanto ci sono degli appuntamenti instore e se ci sarà possibilità di cantare e ballare ne sarei molto felice! I firmacopie sono una bella opportunità per condividere questo mio momento con le persone che mi seguono. Vuoi sapere se ci saranno date live in estate? Beh, ci stiamo lavorando, c’è qualche progetto in cantiere ma stiamo a vedere, passo dopo passo.

Questa la tracklist di Oggi Più Che Mai: 1. Scusa, 2. Normalità, 3. Why, 4. Oggi più che mai, 5. Persone come te, 6. Fast Car, 7. Hai delle isole negli occhi. Di seguito tutte le date dell’instore tour: 19 maggio Bassano del Grappa (VI), Centro Commerciale “Il Grifone” – h. 16.30; 20 maggioRoma, Discoteca Laziale, Via Giovanni Giolitti 263 – h. 15.00; 21 maggioMilano, Mondadori Piazza Duomo 1 – h.15.00; 22 maggioCatania, Mediaworld cc “Porte di Catania”, S.S. 192 del Gelso Bianco – h. 17.00; 23 maggio Torino, Mediaworld cc “Lingotto”, Via Nizza 262 – h. 17.00; 24 maggioStezzano (BG), Mediaworld cc “Le Due Torri” – h. 17.00; 25 maggio Brescia, Mondadori cc “Freccia Rossa” – h.15.00; 26 maggioNapoli, Feltrinelli Stazione Centrale, Piazza Garibaldi – h. 15.00; 27 maggioSalerno, Feltrinelli Corso Vittorio Emanuele 230 – h. 15.00; 28 maggioBari, Feltrinelli, Via Melo 119 – h. 15.00; 29 maggioPalermo, Mondadori, Via Ruggiero Settimo, 18- h.15.00; 30 maggio Bologna, Mondadori, Via M. D’Azeglio, 34/A – h.15.00; 31 maggio Rimini, Mediaworld cc “Romagna Shopping Valley”, Savignano sul Rubicone- h. 17.00; 1 giugno Firenze, Galleria del Disco, Sottopassaggio Stazione, Piazza della Stazione, 14, – h. 15.00.

Lascia un commento