Michele Bravi: a Milano e Firenze l’Anteprima del tour di ‘Anime di carta’. Ospiti Chiara e Lele

Giornate di prove per Michele Bravi che si prepara alle due date evento di Milano (Fabrique, 20 maggio) e Firenze (Viper Theatre, 21 maggio SOLD OUT) con cui presenta dal vivo in anteprima il suo ultimo album Anime di Carta, uscito lo scorso febbraio per Universal Music.

I due concerti sono un’anticipazione del tour previsto per l’autunno e Michele, accompagnato da quattro polistrumentisti, un quartetto d’archi, è affiancato sul palco milanese anche da due ospiti speciali: Chiara e Lele, vincitore delle Nuove Proposte di Sanremo 2017. Ad aprire il live milanese, invece, è Eeris, giovane artista italiana proveniente dal MAS.

COVER_ANIME DI CARTA bravi

«La vera vita di un disco sta nel momento esatto in cui la musica che ti racconta, che racconta la tua storia non si muove più solo nella tua testa, ma è un coro che la canta, sono dei musicisti che insieme a te la descrivono, sono le persone che la accolgono proprio lì davanti a te – racconta Michele – Il ‘concerto’ è sempre stata la mia dimensione preferita, sia da spettatore che  da esecutore.

Con il suono vivo, tutto prende un colore diverso, a volte più vivace, a volte più fumoso: è la forma concreta del tuo materiale creativo. Poter finalmente raccontare con due anteprime il lavoro di tre anni sarà come fare un duetto lunghissimo con chi ha voglia di ascoltare quello che ho da dire e, spero, riconoscercisi

michele bravi

Oltre ai nuovi brani estratti dall’album Anime di Carta, il giovane artista non mancherà di regalare al suo pubblico anche alcuni pezzi, in italiano e non solo, contenuti nei precedenti dischi in uno show inedito fatto di melodia italia e sound elettronico. Proprio le due tappe di anteprima (ideazione, organizzazione e produzione a cura di Show Reel) segnano anche l’inizio ufficiale dell’impegno di Michele come ‘ambasciatore’ dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro; parte dell’incasso delle due serate, infatti, contribuirà al finanziamento di programmi di formazione per giovani ricercatori che potranno così iniziare a lavorare nei laboratori per rendere il cancro sempre più curabile.