Sanremo 2017, Michele Bravi: «Ora mi presento senza difese. Le scelte sbagliate? Erano giuste»

Quella di Michele Bravi al Festival di Sanremo è la vera partenza di una carriera che nel suo percorso ha saputo procedere, casella dopo casella, in quello che sembra un giro dell’oca ma che ora, tra un’ansa e l’altra sta portando il giovane artista a conquistare il posto che si merita. In gara con Il diario degli errori  – tra i brani più intensi che si sono sentiti all’Ariston – Bravi sta per regalare al pubblico un nuovo album che si preannuncia come il ritratto attuale di un artista che si toglie ogni maschera. Anime di carta esce il 24 febbraio e Michele lo ha introdotto alla stampa in quel di Sanremo.

COVER_ANIME DI CARTA bravi

«Ogni disco racconta chi sei nel momento in cui lo scrivi e lo canti – ha dichiarato il talento umbro – io poi sono un incostante e ho bisogno di scrivere. Con il vecchio disco avevo bisogno di proteggermi, schermarmi, esprimevo una difficoltà ora sento di potermi presentare senza difese». E il primo palco di questo 2017 è quello di Sanremo, di cui ha detto: «Sul palco non sentivo pressioni, mi sono messo a nudo con la canzone e se on stage sono da solo in realtà, con me, ci sono tutte le persone che sono state al mio fianco in questi anni. Mi sento di aver detto le cose esattamente nel modo in cui volevo dirle, quello che verrà dopo chissà».

Ma quali sono gli errori del tuo diario?
Il mio diario degli errori è quello che mi porto dietro da sempre, anzi tutti se ne portano uno ed è pieno di errori che alla fine sono sempre gli stessi. A me questo Festival serviva per dimostrare quanto fossero giuste le scelte sbagliate che ho preso nel mio percorso.

Andresti all’Eurovision?
Ma magari! È un palco grande, che sfida l’Europa ma credo che ogni possibilità di raccontare il proprio progetto è un’occasione. Io, comunque, sono già felice di stare a Sanremo, se punti troppo in alto rischi di farti male…

A partire dal 24 febbraio Michele è impegnato in un tour instore cui seguono due anteprime live (il 20 maggio al Fabrique di Milano e il 21 maggio al Viper Theatre di Firenze). Queste le date dei firmacopie: 24 febbraio Marcianise; 25 febbraio – Latina e Roma26 febbraio Milano; 27 febbraio Padova e Marghera28 febbraio Firenze Lucca1 marzo Genova e Torino; 2 marzoCagliari; 5 marzo – Palermo.