#NuoveProposte Intervista a Lele, da Amici a Sanremo: «Mi piace pensare alla bellezza di questo momento»

In gara tra le Nuove Proposte, il ventenne Lele non è certo nuovo ai meccanismi televisivi e discografici manistream. Noto al grande pubblico grazie alla partecipazione ad Amici, il cantautore napoletano può già contare su una nutrita fanbase pronta a sostenerlo via social e a far schizzare in vetta alle classiche il suo brano Ora mai.

In rotazione radiofonica da venerdì 27 gennaio, la canzone conta finora oltre 7mila views su YouTube e fa parte del repack Costruire 2.0, nuova edizione dell’album di debutto uscito per Sony Music durante il 2016. Ma quali sono le emozioni di fronte al palco che ha fatto la storia della musica in Italia? Lo abbiamo chiesto direttamente al protagonista.

LELE_cover Costruire 2.0

Debutti sul palco del Festival di Sanremo con Ora mai. Ci racconti come è nato il brano?
È nato da un momento che stavo vivendo, come la maggior parte delle cose che scrivo!

Perché hai scelto proprio questo pezzo e quanto è importante per te il fatto di portare all’Ariston una canzone di cui co-firmi sia il testo sia la musica?
In realtà il pezzo è come se si fosse scelto da sé. Da subito ho notato la predisposizione verso l’arrangiamento orchestrale, che da musicista era ciò che più mi premeva. Ci tengo che l’orchestra si diverta e sia tutta partecipe. Poi io ho scelto di co-firmare e di collaborare. Di solito faccio sempre tutto da solo. Ma per Costruire 2.0 ho chiesto di collaborare con alcuni autori più esperti, per rubare qualche trucco del mestiere e perché credo che la il lavoro di squadra sia sempre formativo, soprattutto alla mia età.

Hai avuto al fianco nella scrittura Rory Di Benedetto e Rosario Canale: come avete lavorato insieme?
Siamo stati a casa di Rosario in Calabria. Ha una splendida famiglia e Rory è troppo simpatico. Abbiamo subito trovato la sinergia giusta!

Con quali aggettivi descriveresti Ora mai?
Consapevole. Diretta. Sincera.

Non è mai banale cantare un tema ricorrente come il tramonto di un amore senza cadere nel già sentito. In che modo siete riusciti a dare alla canzone una veste moderna e fresca?
Innanzitutto con la scelte delle parole: non è un pezzo di sofferenza, ma di consapevolezza, di rabbia e di delusione e poi con una melodia incisiva perché su un groove shuffle, non consueto per la musica italiana.

Il singolo anticipa il progetto Costruire 2.0, nuova edizione del tuo album di debutto uscito a maggio 2016: quanto è cresciuto o semplicemente cambiato Lele in questi mesi?
Sono cresciuto veramente tanto in questi mesi. Me ne accorgo da quando approccio a una nuova canzone o semplicemente nella vita di tutti i giorni nelle piccole cose. È molto più intimo, molto più dentro le cose in maniera emotiva.

Con quale spirito affronti una settimana “nell’occhio del ciclone” come quella sanremese? Cosa ti aspetti da quest’esperienza?
Con emozione e orgoglio. Spero che questa esperienza sia un altro tassello fondamentale nel mio percorso.

Tra i brani dei tuoi colleghi nelle Nuove Proposte c’è qualche pezzo che ti piace in maniera particolare?
Maldestro
, ormai mio amico.

Che sensazione ti dà il fatto di ritrovare Maria De Filippi sul palco dell’Ariston? C’è un consiglio che ti ha dato ad Amici di cui hai fatto tesoro?
Maria è una persona che ha un posto speciale nel mio cuore. É un piacere trovarla a Sanremo. Quando mi fece trovare il disco, mi scrisse una lettera, nella quale mi disse di essere meno duro con me stesso ed essere orgoglioso di ciò che ero stato in grado di “Costruire” fino a quel momento. Sto imparando a farlo e come sempre aveva ragione!

Il tuo ingresso tra le Nuove Proposte è stato accompagnato dalle proteste per l’eliminazione dei La Rua, con cui tu e Chiara Grispo vi siete trovati in sfida. Come hai vissuto quella sera e ciò che ne è seguito?
Con Daniele c’è un’amicizia sincera. I ragazzi sono talmente forti che si sono comunque ritagliati uno spazio all’interno di Sanremo a furor di popolo e io ne sono felice. Se lo meritano!

Ph. Credit: Riccardo Ambrosio

Ph. Credit: Riccardo Ambrosio

In riviera porti con te qualche portafortuna o hai un rito scaramantico prima di salire sul palco?
Non sono un grande scaramantico ma mi piace pensare alla bellezza del momento, prima di salire.

E dopo Sanremo quali impegni ti aspettano?
Mi aspetta un instore tour e spero tanti live.

Di seguito la tracklist del disco in uscita: 1. La Nostra Distanza, 2. Senza Paura Di Sorridere, 3. Ora Mai, 4. CosiCom’è, 5. Adesso E Sempre, 6. L’Ho Voluto Io (alternative version), 7 La Strada Verso Casa, 8. Screamin’ It Loud, 9. Through This Noise, 10. Love Me Now, 11. Christmas Night With You, 12. We Will Carry On.

Un pensiero su “#NuoveProposte Intervista a Lele, da Amici a Sanremo: «Mi piace pensare alla bellezza di questo momento»

  1. Lele non vedo l ora di sentire e comprare il tuo album vorrei sapere un po di date per avere il piacere di conoscere un ragazzo di oro nel frattempo ti auguro una settimana piena di emozioni

I commenti sono chiusi.