Si rinnova l’alchimia artistica MinaCelentano. Il nuovo album ‘Le Migliori’ come gioco canoro di coppia

Quelle di Mina e di Adriano Celentano sono due voci che hanno, senza esagerare, segnato la storia musicale del nostro Paese e continuano a farlo anche centellinando – se non annullando – qualsiasi presenza sulle scene. E quando due ugole di platino come le loro, ma soprattutto due anime ed estri artistici tanto grandi, si incontrano nasce sempre qualcosa di magico, al di là di logiche di mercato o altri meccanismi che finiscono per macchiare l’arte.

Tra i più attesi progetti di questo 2016 c’è, neanche a dirlo, proprio l’album che segna il ritorno di MinaCelentano, che anche nel nome ha in sé il destino di un simposio a due che si fa quasi una persona sola. L’empatia e la sincronia dei due artisti in ognuna delle tracce dell’album Le Migliori (fuori l’11 novembre su distribuzione Sony Music) emerge in maniera quasi sconvolgente e certamente crea un’alchimia intima che pochi altri regalano. Ci sono il gioco, la schermaglia amorosa, la sensualità e la gelosia tra gli ingredienti dei brani in questo disco prodotto da Claudia Mori per Clan Celentano e da Massimiliano Pani per PDU.

cover_lemigliori minacelentano

Diciotto anni e non sentirli. Tanto è il periodo trascorso dal precedente progetto di coppia e MinaCelentano si riconfermano capaci di contaminare tendenze e percorsi differenti in un unico lavoro iper radiofonico. Sono undici le tracce inedite di Le Migliori, che chiude con una sorpresa finale che fa scatenare: una Prisencolinensinainciusol dai beat incandescenti firmati da Benny Benassi che sembra nata ieri, anzi oggi stesso.

Ad anticipare il disco è stata Amami Amami, brano che inaugura anche la conferenza stampa di presentazione del progetto a cui hanno presenziato Claudia Mori e Massimiliano Pani raccontando la genesi di un album che sorprende. La signora Celentano inizia proprio chiarendo le ragioni di questo lavoro: «L’idea di questo disco è nata molto spontaneamente da telefonata tra Adriano e Mina, quindi da una chiacchierata tra artisti importanti che sono molto diversi tra loro ma anche molto legati. E hanno trovato un terreno comune nella voglia di tornare insieme e divertisti cantando; anzi, nelle canzoni si avverte davvero la loro gioia nel ritrovarsi ancora a cantare insieme. Hanno giocato a fare i cantanti».

Le fa eco Pani: «Non si tratta di un disco celebrativo, ma radiofonico con pezzi molto diversi, da quello più legato alla melodia italiana a quello r’n’b, ma tutti capaci di arrivare a chi li ascolta. C’è un’unica cover, che si stacca dal disco, mentre tutti gli altri pezzi sono melodici; abbiamo anche coinvolto autori giovani come Francesco Gabbani dalle Nuove Proposte di Sanremo 2016 e il materiale giunto è stato sufficiente a costruire il disco senza che fosse necessario che Adriano firmasse un pezzo. Del resto non è uno che fa dischi frequentemente.»

MinaCelentano sembrano giocare con le proprie stesse identità: sono due ma diventano uno e poi si fanno in quattro sulla copertina dell’album. «Mauro Balletti firma la cover con cui ha incarnato l’idea stessa contenuta nel disco e nel titolo», dichiara Claudia Mori. In fondo, osserva Pani, «Mina e Celentano sono stati i primi artisti a giocare con la propria immagine, da sempre. Non è cambiato nulla».

Insolita anche la nascita del titolo, ispirato da un messaggio di auguri inviato da Adriano e firmato ‘le migliori’, con riferimento a Mina e a se stesso. Un omaggio all’artista ma carico anche di un significato universale di uguaglianza. “2 Mine” e “2 Celentani” sono, così, protagonisti al femminile di un gioco, anche iconografico come può esserlo una sfilata di moda la cui passerella è la strada.

La lavorazione si è divisa tra Lugano e la Lombardia, dopo un incontro iniziale dei due miti nella cittadina Svizzera: «La scelta dei pezzi è stata fatta insieme, di persona, poi per comodità abbiamo registrato separatamente, ma Mina e Adriano si sono sentiti e scritti tutti i giorni. Hanno registrato quattordici pezzi, di cui dodici finiti in questo album e ulteriori due brani rimasti fuori e che entreranno in un altro cofanetto Sony che fa parte di un’operazione prevista per il 2017».

mina-celentano

La portata di questo ritorno è testimoniata anche dall’attenzione televisiva riservata a Le Migliori; annunciano, infatti, i due produttori: «Confermiamo che il 12 dicembre 2016, su Rai Uno, va in onda uno speciale in prima serata dedicato al ritorno in coppia di Mina e Celentano. Lo show prevede un montaggio tra diverse performance, dai primi materiali registrati in bianco delle teche Rai Uno fino alla lavorazione di questo disco, più una parte in diretta in cui i due artisti si cimentano come conduttori introducendo le clip e raccontandosi stando di spalle. Il tutto grazie al direttore di Rai Uno, d’accordo sul fatto che la televisione, dopo l’evento del 1998, non potesse non parlare di questo album».

Ma non è l’unico appuntamento in palinsesto: nei due sabati sera dopo il Festival di Sanremo 2017 sono in programma, infatti, altrettante prime serate in diretta con conduzione e ospiti. «Saranno due spettacolo dedicati a Mina e ad Adriano – specifica la signora Mori – ma con una linea diversa, non strettamente legata a questo disco.»

Amici fuori dagli schemi, MinaCelentano attirano attorno a sé l’attenzione generale come il miele fa con le api e la ricambiano con una spontaneità disarmante che anche le registrazioni nascoste durante la lavorazione de Le Migliori – in uscita con la versione Deluxe del disco – sanno testimoniare. Perché non si smette mai di giocare, neanche da grandi.