Marco Bocci è ‘SOLO’: dal 9 novembre la miniserie tv su Canale 5. Anticipazioni e gallery fotografica

Parte su Canale 5 il 9 novembre in prima serata SOLO, miniserie di Taodue Film in quattro puntate per la regia di Michele Alhaique con protagonista Marco Bocci. Al centro della trama le losche attività della criminalità organizzata calabrese coinvolta in operazioni di narcotraffico, estorsioni, traffico d’armi e di esseri umani e con un giro d’affari complessivo pari a 44 miliardi di euro all’anno. Agente dello Sco sotto copertura, Bocci è un infiltrato con la missione di scoprire i movimenti del porto di Gioia Tauro; nome in codice SOLO.

solo marco bocci 2016

Giorno dopo giorno l’agente porta a galla tutta la violenza sotteranea che la zona d’mobra criminale nasconde dentro di sé e arriva a mettere a rischio non solo la propria vita ma anche la propria integrità di uomo onesto, il sottile filo che separa il bene dal male, infatti, diventa sempre più labile, coinvolgendo anche le scelte più personali del protagonista. La trama si apre a un anno dall’infiltrazione di Solo nella malavita romana, quando uno scambio d’armi lo fa entrare nell’orbita della famiglia Corona; lo Sco, per la prima volta, riesce a inserire un proprio agente nelle maglie del clan calabrese.

Ottenuta la fiducia del capofamiglia Don Antonio (Renato Carpentieri), Marco-Solo si deve destreggiare tra le perplessità di un sospettoso Vincenzo Corona (Pierluigi Misasi) e le provocazioni della giovane e sensuale Agata (Carlotta Antonelli), che suscitano la gelosia di Barbara (Diane Fleri), non solo fidanzata ma anche agente di supporto nella missione in corso.

Dopo i primi approcci al complesso meccanismo criminale, Solo – in accordo con l’Interpol – deve fermare un traffico di eroina proveniente dalla Turchia e in transito in Italia, con la collaborazione dei Corona, verso il boss americano Rudi Iaccarino. A sconvolgere ogni piano interviene, però, la morte del capoclan che scatena una lotta intestina tra i Corona e la famiglia Gargano per il controllo dei traffici. In una realtà dove il sangue è insieme vincolo di fedeltà e motivo di morte, Marco si trova ad affrontare decisioni sempre più difficili pur di difendere la propria missione.