Due amici sulle orme di ‘Pechino Express’: dal 19 settembre ‘Pechino Addicted’ con Andrea Pinna e Roberto Bertolini

Partito con successo lunedì 12 settembre, il fortunato programma di RaiDue Pechino Express (qui le news dalla conferenza stampa) da quest’anno ha trovato il proprio ideale gemello: dal 19 settembre, infatti, su RaiQuattro va in onda Pechino Addicted, spin-off nato da una costola dell’adventure show. A ripercorrere le tappe delle coppie in gara sono infatti i vincitori 2015 Andrea Pinna e Roberto Bertolini che, incapaci di rassegnarsi a guardare le sfide in tv, hanno ripreso i loro zaini per seguire le orme dei concorrenti.

pechino addicted

Novelli documentaristi sul campo, come inviati di un’agenzia viaggi alla scoperta delle peculiarità del Centro America, i due protagonisti calcheranno il medesimo percorso del main show ma con un spirito ben diverso. Il maggior tempo a disposizione e la possibilità di spendere denaro renderanno il loro percorso un tour a tappe per conoscere più approfonditamente ogni Paese tra luoghi di cultura, musei, incontri con la gente del posto.

Come si pone Pechino Addicted rispetto al programma principale?
Fabio di Iorio
– Capo Struttura Rai2: L’itinerario di Pechino Express ha un itinerario molto intenso e lo spin-off aiuterà a raccontare di più i luoghi visitati. Pechino Addicted parte dall’idea di formare due giornalisti di viaggio che dovranno ripercorre ciascuna tappa, senza mai incrociare i concorrenti, con lo scopo di conoscere meglio persone e luoghi che la gara tocca, musei compresi. Andrea e Roberto avranno una missione finale da compiere e questo meccanismo renderà accattivante il percorso. Sarà come viaggiare per davvero dal momento che per ogni attività sapremo i costi (ingressi, pasti, autobus, taxi, treni, auto a noleggio). La messa in onda del percorso per ogni tappa di Pechino Addicted va dal martedì al lunedì successivo, quando parte la nuova tappa di Pechino; la prima settimana coprirà due tappe per poi procedere in parallelo.

Costantino, quale sarà il suo ruolo nello spin-off?
Costantino
: In Pechino Addicted il mio compito è fornire le direttive iniziali e dare le punizioni alla fine! Andrea e Roberto avranno un budget segreto per ogni tappa e se lo sfioreranno avranno una punizione severa… e ce ne saranno parecchie perché Pinna è uno spendaccione!

pechino-addicted

Come è stato affrontare il viaggio con Pechino Express una seconda volta?
Andrea Pinna
: Ammetto che l’anno scorso più che vedere i luoghi attraversati ho corso! Quest’anno, invece, me li sono goduti di più. E io e Cocco (il soprannome con cui Andrea chiama Roberto, ndr) non abbiamo neanche litigato perché non c’era il demone della gara (ride, ndr). La gratificazione è stata proprio il fatto di affrontare il viaggio senza lo stress della competizione, un premio per noi. Da parte nostra, abbiamo provato a metterci nei panni di chi parte per un tour, per esempio dando consigli e pareri personali.

Quale è stata la differenza maggiore tra partecipare come coppia in gara e come coppie di “documentaristi” dilettanti?
Roberto Bertolini
: L’impegno è quello di portare con noi in viaggio chi ci guarda. È il viaggio di due amici che hanno la curiosità di conoscere posti nuovi e insieme combinano una marea di guai, come al solito. Vincere Pechino Express lo scorso anno è stato come vincere gara di triathlon, a testa bassa per seguirne i meccanismi. Quest’anno, invece, è stata una maratona i cui tempi li capiremo in futuro, mi sa…

pechino-addicted

Le coppie in gara a Pechino Express 2016: Lory Del Santo con Marco Cucolo (gli #INNAMORATI), Tina Cipollari e Simone Di Matteo (gli #SPOSTATI), Benedetta Mazza e Raffaella Modugno (le #NATURALI), Francesco Sarcina e Clizia Incorvaia (i #CONIUGI), Diego Passoni e Cristina Bugatty (i #CONTRIBUENTI), Alessandro Tenace e Alessio Stigliano (i #SOCIALISTI), Ruichi Xu e Carlos Kamizele Kahunga (gli #EMILIANI), Silvia Farina e Marco Cubeddu (gli #ESTRANEI).