Le ‘Amiche in Arena’ contro il femminicidio: l’appello di Berté, Emma, Mannoia, Nannini, Pravo su ‘IO donna’

Amiche in Arena: le signore della canzone italiana scendono in campo insieme per una buona causa. E lo fanno nella magnifica cornice dell’Arena di Verona per uno speciale concerto il prossimo 19 settembre che è un appello contro il femminicidio. Fiorella Mannoia, Loredana Berté, Gianna Nannini, Patty Pravo, Noemi, Elisa, Nina Zilli, Emma, Alessandra Amoroso e Paola Turci sono solo alcune delle artiste che calcheranno il prestigioso palcoscenico veneto a sostegno dei centri che aiutano le donne maltrattate.

L’appuntamento musicale è organizzato dalla Bertè per i suoi 40 anni di carriera con la direzione artistica della Mannoia, e progettato in collaborazione con La27ora del Corriere della Sera e D.i.Re – Donne in rete contro la violenza. Con l’avvicinarsi dell’evento, ciascuna delle protagoniste ha affidato a IO donna (da sabato 10 settembre in edicola e su iodonna.it) il proprio appello anti-violenza.

amiche in arena

«Agli uomini che picchiano io dico: rassegnatevi, noi non rinunceremo mai ai nostri diritti, a tutto quello che abbiamo duramente conquistato», avverte Loredana. «Scappate ai primi segni di violenza e di prevaricazione, abbandonate la sindrome della crocerossina che pensa: Io ti salverò», le fa eco Fiorella. Ed Elisa: «Alle donne dico: imparate a riconoscere in tempo i segnali in un uomo violento. E agli uomini che sanno di avere un problema chiedo di farsi delle domande».

Gianna Nannini: «Bisogna fermarli prima che accada. Questo vuol dire ripartire dalla scuola, dai ruoli: bisogna rifare la storia». Patty Pravo: «È giunto il momento di fare delle leggi molto severe e di applicarle!». E Irene Grandi: «La violenza scatta per soddisfare il senso del possesso. Se imparassimo a dare piuttosto che a prendere…».