Newtopia per la ricostruzione di Amatrice: l’appello a Google, Apple e ai colleghi della musica italiana

Arrivano direttamente dalle pagine social di J-Ax e Fedez l’annuncio e l’appello di Newtopia, la label di proprietà degli stessi rapper. Di fronte alle immagini sconvolgenti che da giorni arrivano nelle case degli italiani testimoniando la tragedia che ha colpito il Centro Italia a causa del sisma del 24 agosto 2016, anche la musica scende in campo con un intervento immediato. I Newtopisti hanno, infatti, deciso – con il sostegno delle discografiche – di devolvere interamente i ricavi dei prossimi tre mesi dalle vendite dei singoli Vorrei ma non posto (J-Ax & Fedez) e Andiamo a comandare (Fabio Rovazzi) al progetto di ricostruzione della scuola elementare e dell’asilo di Amatrice.

Ma durante la clip messa in rete, Ax e Fedez fanno anche un appello ai principali digital store, Google e Apple, perchè sulle due tracce non trattengano la consueta commissione pari a circa il 30% degli incassi; questo renderebbe, infatti, possibile far confluire il 100% dei ricavi nelle casse dell’iniziativa che si intende sostenere. Se il video di Ax si apre con il ricordo di progetti discografici comuni promossi nel passato, le clip dei due artisti si chiudono entrambe con l’invito a tutti gli artisti della musica italiana perchè si uniscano nell’aiutare i connazionali a rialzarsi. Per un singolo insieme (magari) ci sarà tempo in futuro.

La prima artista a unirsi all’impegno comune è Alessandra Amoroso con il suo singolo Vivere a colori.
Il progetto cui saranno devoluti i fondi è nato per volontà del Il Fatto Quotidiano in collaborazione con il Comune di Amatrice e il denaro raccolto sarà versato su un conto corrente dedicato. Questi i dati per chi volesse dare il proprio contributo: Causale: Fatto per Amatrice / Banca Popolare Emilia Romagna / Ag. Roma F – Viale Giulio Cesare 54 – 00192 / intestato a Editoriale Il Fatto Spa IT 17 D 05387 03206 000001882918. Come ha detto J-Ax «Facciamo vedere di cosa sono capaci gli italiani quando lavorano insieme».