‘Glory’: subito in vetta alle chart il nuovo album di Britney Spears, i prossimi appuntamenti live

Ed è subito numero uno. Non poteva che essere così per il nuovo – e super atteso – album di Britney Spears dal titolo Glory (RCA Records), che in poche ore guadagna la prima posizione su iTunes riportando la stella del pop in vetta alla discografia mondiale. Disponibile nelle versioni standard e deluxe, il disco è stato anticipato dal singolo Make Me… feat. G-Eazy e da alcune tracce rese disponibili in instant download con il pre-order sullo store Apple.

britney spears glory

Messe da parte le polemiche che si sono scatenate dopo la messa in rete del video del brano e il mistero su una  precedente versione della clip più hard, la Spears ha annunciato almeno due appuntamenti dal vivo che si preannunciano a tutti gli efetti come la celebrazione del suo ritorno in pista. Domenica 28 agosto, Britney sarà tra i performer sul palco degli MTV VMAs e il prossimo 27 settembre si esibirà a Londra in occasione dell’Apple Music Festival 2016.

Icona globale della musica contemporanea, teen idol evergreen, vincitrice del Millennium Award per la carriera, la Spears è stata colei che ha inaugurato la stagione delle popstars teenager e, tra alti e bassi, ha vissuto un percorso artistico travagliato ma capace di sorprendere a ogni novità. Non a caso, ad oggi, sono circa 100 milioni i dischi venduti a livello mondiale, di cui oltre 70 solo negli USA.

Ecco la tracklist di Glory: 1. Invitation, 2. Do You Wanna Come Over, 3. Make Me… feat. G-Eazy, 4. Private Show, 5. Man Of The Moon, 6. Just Luv Me, 7. Clumsy, 8. Slumber Party, 9. Just Like Me, 10. Love Me Down, 11. Hard To Forget Ya, 12. What You Need, 13. Better – Deluxe version, 14. Change Your Mind (No Seas Cortes) – Deluxe version, 15. Liar – Deluxe version, 16. If I’m Dancing – Deluxe version, 17. Coupure Élecrique – Deluxe version.

Pop, elettronica, dance e hip hop si fondono costruendo melodie molto diverse tra loro, a costituire un album che suona come una congerie musicale che merita almeno un ascolto. Dopo anni in cui la Spears è salita agli “onori” della cronaca per certi suoi eccessi, le si riconosca ora il merito di saper scalare e riscalare la china. Come una moderna araba fenice che rinasce ogni volta dalle proprie ceneri (o quasi). E questo, certamente, Britney lo sa fare eccome.