Il Festival Gaber ospita Emis Killa: «Il Signor G diretto come un rapper. I social? Rischiano di anestetizzarci»

Quando gli organizzatori hanno ufficializzato il programma 2016 dell’ormai storico Festival Gaber tra gli ospiti si è letto un nome per molti aspetti sorprendente, quello di Emis Killa. La domanda sarà sorta in molti: cosa potrà mai avere a che fare un rapper di oggi con il mondo artistico del Signor G? Eppure…
L’incontro di cui è Killa è stato protagonista martedì 19 luglio in quel di Camaiore ha messo in luce, grazie alle sollecitazioni di Lorenzo Luporini nel ruolo di intervistatore, aspetti tutt’altro che prevedibili di una forma d’arte contemporanea quale è il rap. E così, dinanzi a una platea da tutto esaurito che ha affollato il centro toscano, è andato in scena un racconto inedito e dai mille spunti.

Thanks Camaiore !

Una foto pubblicata da Emis Killa (@emis_killa) in data:

«Di Gaber ho colto l’immediatezza,  – ha affermato Emis – ci rivedo  un po’ le canzoni dei rapper. I suoi testi non erano astratti ma diretti, il suo approccio alla scrittura sembra davvero molto simile al mio mondo […] Io non mi sento genitore, piuttosto fratello maggiore ed è per questo che non vorrei prendermi responsabilità di questo tipo verso i ragazzi che assistono a un mio concerto per le parole che utilizzo».

In merito alla tecnologia, Killa ha così risposto a Luporini: «Utilizziamo troppo i telefonini, la gente non parla più, le nuove generazioni comunicano poco, i social network anestetizzano le naturali attività celebrali dell’uomo». Una riflessione che ha certamente colpito il pubblico più giovane al quale da sempre la rassegna guarda per far conoscere il lavoro del maestro Gaber. E il Festival continua per tutto il mese di luglio, con un calendario di appuntamenti a ingresso libero sparsi tra i comuni di Altopascio, Livorno, Marciana Marina, Marina di Vecchiano, Montecatini Terme, Pistoia, Prato e Stazzema. Si aggiunge a queste Camaiore, location d’eccezione per ben tredici rappresentazioni, oltre che teatro de Le strade di notte che ha inaugurato l’edizione corrente.

festival gaber 2016 logo FBNato nel 2004, il Festival Gaber sa rinnovarsi ogni anno mantenendo fedele la propria identità culturale ospitando gli artisti più rappresentativi del panorama attuale. Sono attesi in questi ultimi dieci giorni di luglio Marta e Gianluca (mercoledì 20), Walter Veltroni (venerdì 22), Tullio Solenghi (sabato 23), Guido Catalano (domenica 24), Lo Stato Sociale (lunedì 25), Noemi (martedì 26), Enrico Ruggeri (mercoledì 27) e Dario Vergassola (giovedì 28).