Intervista a Jay Santos, i suoi ritmi latini alla conquista dell’estate: «Italia, non vedo l’ora di tornare!»

Da qualche settimana è in radio il suo singolo estivo, Dale Morena, brano trascinante dal ritmo latino che ben si accorda alla stagione vacanziera. Il cantante colombiano Jay Santos, che vanta oltre 60 milioni di views su YouTube con le precedenti hit Noche De Estrellas e Caliente, torna così a far ballare il suo pubblico con una melodia orecchiabile e trascinante. Tema centrale del testo il sentimento più cantato di sempre, l’amore.
Jay Santos ci ha raccontato un po’ della sua straordinaria carriera (mondiale), della sua musica e del mercato discografico latino oggi. Ecco cosa ci ha rivelato.

cover-jay-santosDa qualche settimana è in radio il singolo Dale Morena: ce lo racconti?

Sì, Dale Morena è una canzone che parla d’amore, di estate, di divertimento! È un singolo che trasmette molta energia.

Sei una star a livello globale: com’è stato il tuo percorso e come sei arrivato al successo internazionale?

Ho sempre amato la musica! Fin da bambino ho cominciato a suonare diversi strumenti e a creare una mia concezione musicale. Poi nel 2012 è uscito Noche de Estrellas, ed è stato subito un grande successo… È stato davvero un momento di svolta nella mia carriera e l’affermazione di Jay Santos!

Sound orecchiabile e ritmo trascinante fanno di Dale Morena uno dei brani della stagione estiva 2015: quale credi sia il tratto principale di questo pezzo rispetto ad altri potenziali tormentoni?

Dale Morena è una ballata d’amore, una tematica calda in questo periodo dell’anno, ma anche un singolo con un mix di sonorità latine e elettroniche, perfette per questa stagione.

Da un punto di vista musicale, quali sono state le influenze maggiori per questa traccia?

Dale Morena è un brano che nasce dopo cinque mesi di lavoro e raggruppa diverse influenze musicali. È un pezzo sperimentale, con sonorità che appartengono alla tradizione africana e afro-caribeña.

I singoli Noche De Estrellas e Caliente hanno conquistato il pubblico ovunque, raggiungendo sul web numeri straordinari (60 milioni di views su YouTube). Con la pubblicazione di un nuovo pezzo, senti la pressione di dover eguagliare i risultati precedenti?

Pressione no, direi uno stimolo a cercare di fare sempre meglio, per poter non solo eguagliare ma, perché no, anche migliorare i risultati già ottenuti.

Nel 2013 hai avviato una tua etichetta, la Envimusic: com’è nata questa decisione? E come sta procedendo quest’esperienza?

È un’esperienza completamente nuova, molto stimolante e impegnativa, ma ci stiamo muovendo molto bene. Envimusic nasce perché sul mercato ci siamo accorti che mancava un’etichetta che fosse specializzata nel genere dance/latino, quello che poi ci rappresenta e identifica, così abbiamo deciso di metterci al lavoro noi.

Quanto il mercato latino, dall’America del Centro-Sud all’Italia, rappresenta la musica oggi a livello mondiale?

Moltissimo: è sicuramente un bacino fondamentale per la musica in generale e per tutti i grandi artisti!

Jay santosQuali sono i progetti in corso? Nuovi singoli e/o album in vista?

Stiamo sempre lavorando, e sì ci sono in cantiere diversi progetti… Seguitemi e presto ne saprete di più!

Ti vedremo live nel corso dell’estate?

Assolutamente sì! Ad agosto sarò anche in Italia con il tour organizzato da SP Management. Grazie al mio manager italiano Stefano Pugnali, potrò esibirmi davanti al pubblico italiano, con cui ho un bellissimo rapporto… Non vedo l’ora di tornare!