La “Iena” Nadia Toffa: dal 2 aprile Quando il gioco si fa duro, il libro-verità sulla ludopatia

Nadia Toffa è una giornalista bresciana, uno dei volti più popolari della trasmissione televisiva Le Iene, dove come inviata dal 2009 ha all’attivo molte inchieste importanti. Di particolare rilievo quella sulle truffe compiute dalle farmacie ai danni del Servizio Sanitario Nazionale, quella sulla proliferazione delle slot machine in Italia, recentemente quella sulla Terra dei Fuochi e sulla pedofilia on line.

E proprio durante un servizio per Le Iene – di parecchi anni fa – che Nadia ha iniziato il suo viaggio alla scoperta del mondo delle macchinette, cercando di capire cosa pensano i giocatori, quanto giocano e quanto fanno guadagnare ai gestori e allo Stato.

Dopo anni di ricerche e di testimonianze Nadia Toffa ha scritto Quando il gioco si fa duro in uscita il 2 aprile 2014 (Rizzoli Editore). Un inquietante libro-verità di 240 pagine sul fenomeno del gioco d’azzardo e sulla ludopatia, un fenomeno drammatico e ormai pervasivo nella nostra società: interessi in gioco, vittime e possibili contromisure.

Nadia Toffa Libro

Copertina del libro Quando il gioco si fa duro

Renatino è un giocatore compulsivo da cinque anni: in pochi minuti si brucia lo stipendio alle slot machine e per racimolare i soldi per sfamare la sua malattia si trasforma in un rapinatore. Nik si è rovinato con i giochi online e i gratta e vinci: si riduce a giocare nel garage come un topo per farlo indisturbato.

Le loro storie sono quelle di tanti, di persone invisibili e insospettabili, perché a soffrire di ludopatia, sono persone di tutte le età, di varia cultura ed estrazione sociale.

Nadia Toffa

Nadia Tofffa alle Iene

In questo libro-inchiesta Nadia Toffa – con lo stile che l’ha resa una delle Iene più apprezzate – abbina il racconto delle loro vite distrutte a una serrata inchiesta sul sistema gioco, terza impresa italiana, che, per vertiginosi interessi economici, fa gola allo Stato che fa cassa. Nadia infine offre consigli pratici e semplici per riconoscere e “curare” i ludopatici. Che sono molto più diffusi di quanto pensiamo.

L’Italia è infatti il terzo Paese al mondo per volume di gioco, dopo Stati Uniti e Giappone: i giocatori patologici sono stimati in 800.000 e 2 milioni sono quelli a rischio. La spesa pro capite sul totale della popolazione è una delle più alte al mondo, in special modo a Pavia, soprannominata la capitale dell’azzardo anche dal New York Times.

 

2 pensieri su “La “Iena” Nadia Toffa: dal 2 aprile Quando il gioco si fa duro, il libro-verità sulla ludopatia

  1. @Djsrank
    Semplicemente questo non è un sito esclusivo di musica, se vedi c’è scritto: Portale di Musica e Spettacolo.
    La Toffa fa parte del mondo dello Spettacolo, quindi il post è coerente al sito.

I commenti sono chiusi.